Archivi categoria: punti di vista

Il Pronto Soccorso dell’ospedale di Monselice

Con la tappa di Monselice, si conclude il viaggio di Alessandro tra i Pronto Soccorso padovani. Si è trattato di un giro di osservazioni estemporanee all’interno di questi particolari reparti di alcune importanti strutture ospedaliere come quelle di Camposampiero, Padova e Cittadella. Il prossimo appuntamento sarà dedicato a evidenziare gli aspetti rilevanti emersi da questa comparazione. Continua a leggere

Pubblicità

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista, reportage, territori

Il Pronto Soccorso dell’ospedale di Cittadella

Prosegue la visita ad alcuni Pronto Soccorso della provincia padovana. Questa volta siamo nell’Ospedale di Cittadella, cittadina a trenta km dal capoluogo. Chi ha letto i post precedenti su quelli di Padova e Camposampiero  troverà facilmente le analogie e le differenze fra le strutture e, in parte, anche tra le situazioni descritte. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista, reportage, territori

Interessi e paradossi nella Sanità pubblica: un punto di vista.

In un post precedente abbiamo proposto un tema interessante ed impegnativo al tempo stesso: quello delle politiche sanitarie e dei cambiamenti sociali, economici e culturali che le influenzano e che ne sono, a loro volta, influenzati. In particolare l’autore del post, Adolfo, citava  come esempi la legge 38 del 2010 per l’accesso alle cure palliative e il piano sociosanitario veneto con riferimento alla riduzione delle liste d’attesa tramite l’apertura delle strutture anche nelle ore serali e di Domenica. Vi proponiamo ora un punto di vista differente, stavolta di Alessandro, nell’attesa di interventi dai lettori. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in conversazioni, punti di vista

Il Pronto Soccorso dell’ospedale Sant’Antonio a Padova

Nel passaggio dal Pronto Soccorso di Camposampiero, di cui abbiamo parlato in un post precedente, a quello dell’ospedale Sant’Antonio a Padova, abbiamo riscontrato elementi comuni come il triage e altri differenti come la segnalazione dell’ordine di attesa, oltre alle diversità di  struttura, di indicazioni e di organizzazione dello spazio. Cercheremo anche nei Pronto Soccorso che visiteremo in futuro quali saranno le conformità e le diversità da tenere presenti per la comune riflessione.    Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in punti di vista, reportage, territori

La Sanità sta cambiando?

Le politiche sanitarie del nostro Paese rappresentano un tema alquanto controverso e sul quale ogni tentativo di riflessione, o dibattito, o approfondimento è il benvenuto in questo blog. A proporlo è Adolfo, uno dei collaboratori di C&P. Richiamando all’attenzione alcune iniziative in campo sanitario nella regione Veneto, egli  pone un quesito sul quale ci piacerebbe molto avere più pareri… Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in punti di vista

Viaggio nei Pronto Soccorso. Prima tappa: Camposampiero

Come anticipato in un post precedente e grazie anche alle suggestioni musicali e visuali di alcuni testimonial di C&P , abbiamo deciso di approfondire il tema dell’ospedale, luogo  di esperienze quasi sempre significative per chi vi entra, che sia ammalato o no. Abbiamo scelto di iniziare dal Pronto Soccorso, sia perché rappresenta una via di accesso all’ospedale sia perché le situazioni che conducono a questo luogo sono quasi sempre impreviste e, in quanto tali, più cariche di ansie e di aspettative che chiedono risposte.   Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista, reportage, territori

L’ex Ospedale al Mare di Venezia

in un reportage di Luigi Tiriticco

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista, reportage, storie, territori

Ospedali e [dis]orientamento

Con questo post ci soffermiamo un po’ sull’ospedale: una breve riflessione che anticipa per il nostro blog prossimi approfondimenti di un tema che, aperto grazie al contributo della nostra ultima testimonial, è sempre attuale nel dibattito pubblico, sebbene spesso la prospettiva sia quella della spesa sanitaria. C&P vuole farne emergere aspetti diversi, i più quotidiani, apparentemente secondari, ma di primaria importanza per chi entra in ospedale. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista, storie

Un articolo un po’ “sfuocato”

Qualche mese fa, con un nostro post, abbiamo dato notizia della presenza, nel mondo della medicina italiana, di un movimento d’opinione denominato Slow Medicine. Questo post aveva, tra l’altro, prodotto alcuni commenti che ci avevano stimolato ad approfondire il tema, mediante una piccola indagine.  Nei giorni scorsi abbiamo saputo che la rivista Focus ha dedicato un articolo alla Slow Medicine e non abbiamo resistito alla curiosità di leggere come veniva presentato ad un pubblico molto ampio lo stesso tema da noi trattato. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista, recensioni

Tagli, ritagli e..frattaglie (le nostre?)

Ottobre: tempo di legge Finanziaria o, se volete, di Legge di Stabilità, come si chiama adesso, ma il risultato non cambia: si torna puntualmente a parlare di tagli alla Sanità. Altrettanto puntualmente il ministro di turno si straccia le vesti, affermando che non è possibile, che più di così non si può e… bla,bla,bla. Altri ministri suoi colleghi invece sostengono che ci sono sprechi ed inefficienze da colpire e..bla,bla,bla. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista

La Morte ci fa ridere

Immaginario continua a proporre nuovi link e questa volta si tratta di un paio di pretesti per ridere un po’ della morte..e di noi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista, storie

Sperimentazione biomedica. Ricercatori contro animalisti

Qualche giorno fa a Milano si è manifestato, tra le altre cose,  per “ il riconoscimento del ruolo che ha svolto e svolge la sperimentazione animale nella ricerca di base e nello sviluppo delle terapie”. Una persona dello staff di C&P è capitata lì e in questo post racconta come ha vissuto quei momenti.
Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista, testimonianze

Sanità pubblica o privata? Non sempre è una libera scelta.

Il dottor Maurizio Nazari, medico ortopedico ora in pensione, ex dipendente dell’ULSS 15 di Cittadella, da tempo si occupa della questione della differenza fra i tempi d’attesa per una visita specialistica in convenzione e per una privata. Questa è la sua testimonianza nell’intervista  che ha rilasciato a C&P. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in conversazioni, punti di vista, territori

L’approccio olistico alla cura: un punto di vista non convenzionale

A volte vien da chiedersi cosa passi per la testa delle persone a cui affidiamo la cura del nostro corpo. Magari non lo domandiamo direttamente, però ci facciamo sempre un’idea della persona  cui ci stiamo affidando: attraverso elementi indiretti, ambigui talvolta, ma  pur sempre un’idea. In ogni caso, fare quattro chiacchiere per provare ad intravedere la dimensione personale che è dietro a competenze per noi preziose, ci piace pensare non sia una pretesa eccessiva. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista, storie, territori

Il farmaco negato

Perché il mio medico non vuole prescrivermi il farmaco che chiedo?!?”. La domanda se l’era posta più volte, Daniela – 50 anni, impiegata, vive e lavora nel Padovano –, prima di raccontarci la sua vicenda, che in realtà ci è sembrata consueta, comune. Proprio per questo abbiamo deciso di proporla. Come a lei, anche a molti di noi capita infatti di ritrovarci increduli e un po’ delusi di fronte al medico che non  soddisfa una nostra richiesta.
Daniela, in particolare, ci ha raccontato di un problema di colesterolo alto, scoperto  in seguito ad analisi del sangue fatte per un controllo cardiologico. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista, storie

Strategie di attesa

E’ una grigia e fredda mattina di novembre nel Basso Polesine, le strade del paese sono ancora deserte e poche auto cominciano ad interrompere il silenzio che le pervade. Solo in una stradina laterale si nota qualche presenza: presso il cancello chiuso di una villetta ci sono due uomini silenziosi, immobili, sembrano quasi ignorarsi. Una targa d’ottone sul cancello indica che all’interno c’è uno studio medico. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista, storie, territori

Stress

Questa storia non precisa il luogo e l’identità dei protagonisti per volere della persona che la racconta.

Zio can!“: un paziente, ancora senza numero, s’affaccia dentro alla sala d’attesa, dove stiamo ammassati a sudare quasi come porci nel letamaio, data la puzza di malattia, che in realtà forse non c’è, ma che di sicuro c’immaginiamo tutti. Le pale del ventilatore a soffitto, poi, creano correnti d’aria del tutto inutili (ma uno straccio di condizionatore no?!?).
Il paziente senza numero si avvicina al dispenser arancione, uguale identico a quello del casaro qua fuori, pieno zeppo anche lui di clienti – passando ci ho buttato l’occhio -, ma solo oggi, che è venerdì mattina, giorno di mercato.
Il paziente senza numero strappa il talloncino di carta azzurrina e, dunque, si trasforma in paziente numero diciannove. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in punti di vista, storie, territori